«Spesso la droga ti viene a cercare»

Anche a Phillip Island, il circuito australiano sul quale Valentino Rossi ha trionfato già sei volte, si parla di Lapo Elkann. E i piloti italiani, a cominciare da Rossi, lo fanno con discrezione. «Sono molto dispiaciuto per ciò che è accaduto a Lapo, che conosco personalmente - spiega il campione del mondo -: l’importante è che sia fuori pericolo e che torni presto a fare quello che faceva prima, peraltro in modo egregio». Sui rischi della droga Rossi, come al solito, ha le idee chiare: «C’è sempre stata - dice - ma adesso è anche peggio che in passato. Bisogna stare attenti. Prima si drogavano solo i “poeti maledetti”, poi i musicisti come Jim Morrison, ultimamente si comincia sempre prima. In Italia è un problema abbastanza grave e ormai c’è dappertutto: se non la cerchi è lei che cerca te. Bisogna fare qualcosa per combattere la droga, ma io non saprei dire cosa». Melandri concorda: «È un argomento delicato. A me fa molta paura, io non ho nemmeno avuto il coraggio di provare il Viagra».