"007 manca di intelligenza": oggi l'MI6 non verrebbe assunto

I servizi segreti inglesi hanno lanciato una nuova campagna di reclutamento per cercare agenti con "intelligenza emotiva" e dicono "Bond non l'avremmo mai assunto"

A pochi giorni dall'arrivo nelle sale di "Spectre" il nuovo capitolo della saga di James Bond, il servizio segreto di sua Maestà ha aperto un nuovo programma di reclutamento per spie. L'MI6 cerca nuove reclute con un importante "human side" ma sopratutto non cerca agenti come 007.

"È molto probabile che James Bond non sarebbe stato selezionato per il servizi segreti inglesi" ha detto a BuzzFeed una fonte all'interno dell'intelligence. "Quello che 007 rappresenta non è la realtà moderna. Oggi il lavoro di gruppo è centrale, gli eroi che lavorano da soli raramente operano con noi"

È chiaro che oggi per lavorare per i servizi segreti sono necessarie abilità che Bond non possiede. Operare gomito a gomito con i colleghi e coi collaboratori all'estero. Oggi i servizi non cercano agenti che sappiano piazzare orologi esplosivi ma persone con alto quoziente intellettivo e "intelligenza emotiva". Lo stesso agente che ha parlato a BuzzFeed ha confermato che per essere scelti è necessario avere un "alto grado di intelligenza emotiva e un ottimo livello di istruzione. L'MI6 vuole persone con passione per le interazioni umane, per capire gli altri" tutte doti che James sembra non possedere.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 20/11/2015 - 10:27

Giusto! Devono comprendere, mica fermare o peggio eliminare il...terrorismo..;-)