Le 20 auto che hanno fatto la storia del cinema

Aristocratica e fatale come l'Aston Martin. O popolana e scassapalle come la Wolkswagen Maggiolino. Aggressiva come la Jaguar di Diabolik, arrendevole come la Bianchina di Fantozzi. Che viene dal passato come la Gran Torino di Clint Eastwood, che viaggia nel futuro come la Delorean di Michael J. Fox. Incantevoli anche se fatte a pezzi, indimenticabili anche se assassine, inarrivabili come le italiane: la Lancia Aurelia del «Sorpasso», la Duetto del «Laureato». Macchine che sono sogni e mai meccanica, auto che restano per sempre anche quando non le producono più, vetture umanissime, prolungamento di noi, con un nome che non si dimentica, da Herbie a Christine. Cosa rimane nei nostri occhi? Dan Aykroyd che sbatte la portiera della Blues Mobile e la manda in mille pezzi dopo il più memorabile degli inseguimenti attraverso il centro commerciale Dixie Square Mall di Chicago; Kathleen Turner che sfoga nella Guerra dei Roses l'odio coniugale demolendo col suo mastodontico fuoristrada l'amatissima e preziosissima Morgan di Michael Douglas; Susan Sarandon e Geena Davis, cioè Thelma e Louise, che si gettano nel Grand Canyon con la loro Pontiac Thunderbird, sospesa per sempre nell'aria; John Travolta che balla mentre lavora alla costruzione della Greased Lightning, l'auto dei sogni di tutti i T-Birds di Grease. Qualche anno fa un centinaio di esperti dall'Osservatorio Metropolis misero giù una griglia per «Quattroruote», per scegliere le migliori di sempre, le dive a motore del cinema. Sorpresero anche lì. Herbie il Maggiolino il più amato davanti a tutti. Dietro la Aston di 007 (quella di Golfinger però...) e la Delorean di Doc Emmet Brown. Poi a ruota nella Top Ten dal quattro al dieci, l'Autobianchi Bianchina, la Ford Gran Torino di Starsky e Hutch, la Dodge Monaco '74 dei Blues Brothers, la Pussy Wagon di Kill Bill, la Lancia Aurelia B24 del Sorpasso, la Plymouth Fury cioè Christine la macchina infernale e la Batmobile di Batman Begins. Noi vi raccontiamo anche le altre. Per puro auto erotismo...