Achille Lauro e il testo di "Rolls Royce" finito nel mirino di Striscia

Cosa nasconde il testo di Achille Lauro? Un sequenza di nomi e rime senza senso

Prima il plagio poi l’accusa, da parte di Striscia la Notizia, di aver portato al Festival un “inno all’ecstasy”. Per Achille Lauro, in gara a Sanremo con la sua Rolls Royce, non c’è un attimo di pace. La canzone è bersagliata su più fronti. È davvero un inno alla droga e alla sregolatezza? Il cantante da parte sua smentisce: "No non ho mai sentito neanche parlare di questa cosa, la Rolls Royce è l'icona principale e mondiale di eleganza, ed è a questo che mi sono ispirato", dice all'Adnkronos. "Non avevo mai nemmeno sentito parlare di questa cosa, l'ho sentito dai giornali -dice il trapper- e comunque sono contento che, almeno, non critichino la canzone".

Al di là delle critiche, il testo di Achille Lauro, non è chiaro. Si parla dei Doors, di Hendrix, di Marylin Monrose, dei Rolling. Ma per lasciare ai lettori l'interpretazione di questo testo vi proponiamo qui la versione integrale che è finita nel mirino di Striscia.

Di seguito il testo:

Sdraiato a terra come i Doors
Vestito bene via del Corso
Perdo la testa come Kevin
A ventisette come Amy
Rolls Royce
Si come Marilyn Monroe
Chitarra in perla Billie Joe
Suono per terra come Hendrix
Viva Las Vegas come Elvis

Oh Rolls Royce
No non è vita è Rock’n Roll
No non è musica è un Mirò
È Axl Rose

Rolling Stones

No non è un drink è Paul Gascoigne
No non è amore è un sexy shop
Un sexy shop si si è un Van Gogh

Rolls Royce
Voglio una vita così
C’est la vie
Non è follia ma è solo vivere
Non sono stato me stesso mai
No non c’è niente da capire
Ferrari bianco si Miami Vice

Di noi che sarà

Rolls Royce Rolls Royce
Di noi che sarà

Rolls Royce
Voglio una vita così
C’est la vie
Amore mio sei il diavolo
Che torni ma
Solo per dare fuoco al mio cuore di carta
Dio ti prego salvaci da questi giorni
Tieni da parte un posto e segnati sti nomi
Rolls Royce

Commenti

19gig50

Lun, 11/02/2019 - 21:28

Vergogna che sulla Tv di Stato venga dato risalto e del genio ad uno squilibrato cerebroleso dalla droga. Altro che promuovere i suoi tour come ha fatto quello squallido fazio, spero che i dirigenti della Rolls-Royce denuncino quel lurido individuo per aver infangato il loro prestigioso marchio. Disertate i suoi "concerti" e non pagate più il canone a questa cazzona di rai.