Addio a Maria Pia Fusco, nota giornalista e sceneggiatrice

Il cinema e il giornalismo piangono Maria Pia Fusco. La donna, nota penna di La Repubblica, si è spenta all'età di 77 anni

Si è spenta Maria Pia Fusco, nota giornalista di La Repubblica e famosa sceneggiatrice. La donna è morta a Roma all'età di 77 anni, dopo una malattia fulminante. Il cinema fu la sua più grande passione sia come da critica sia come sceneggiatrice, campo in cui ebbe successo anche con un classico del cinema erotico come "Salon Kitty" di Tinto Brass.

La carriera di Maria Pia Fusco

Fu amica di Bernardo Bertolucci, Ken Loach e Roman Polanski, è stata una firma di prestigio su La Repubblica; tra i suoi lavori più noti, il reportage dalla villa di Stanley Kubrick. Come sceneggiatrice esordì nel 1972 con "Barbablù" di Edward Dmytryk, con Richard Burton, Raquel Welch e Virna Lisi. Venne in seguito "Daniele e Maria", Gli ultimi 10 giorni di Hitler", "Salon Kitty" di Brass, la trilogia non ufficiale dedicata all'icona del cinema erotico anni Settanta Emanuelle ("Emanuelle nera: Orient reportage", "Emanuelle in America", "Emanuelle – Perché violenza alle donne?"), "Il maestro di violino" e i due film di "Sturmtruppen" con Renato Pozzetto, Cochi Ponzoni e Massimo Boldi, ispirati ai celebri fumetti satirici di Bonvi, come scrive r ricorda puntualmente FanPage.