«The Affair», un thriller adatto per pensare

Ttra le serie tv in arrivo a settembre spicca The Affair (in prima su Sky Atlantic dal 7 settembre), fiction innovativa che ha vinto 3 Golden Globe. Ideata da Sarah Treem e Hagai Levi (i papà di In Treatment), la serie si è fatta notare perché sviluppa bene il marchio di fabbrica dei due autori: l'utilizzo di una trama spezzata e a più punti di vista. In questo caso l'ambientazione è data dagli Hamptons, quella zona di Long Island dove i newyorkesi più ricchi migrano nei weekend. La trama è lineare all'apparenza. Noah Solloway (Dominic West) e Alison Lockhart (Ruth Wilson) sprofondano in una relazione extraconiugale. Noah è un insegnante che vuol svoltare a colpi di scrittura: ha pubblicato un romanzo. È sposato con figli e sarebbe anche un bel matrimonio se lui non vivesse male l'ombra del suocero, brillante e danaroso scrittore. Alison è una giovane cameriera la cui vita è stata polverizzata dalla tragica morte del figlio. Quasi inevitabile che queste due infelicità facciano da combustibile a una relazione torbida. I risvolti e le conseguenze di questo affare di cuore e di lenzuola vengono raccontati da Noah e Alison perché il disastro è sempre dietro l'angolo: finiscono sotto interrogatorio per un omicidio avvenuto proprio durante la loro liaison. Il risultato è un thriller non thriller molto parlato. Un racconto tutto incentrato sul fatto che la realtà è un concetto labile. Anche chi amiamo non vede mai quello che vediamo noi. Se volete una serie per pensare è perfetta, se volete un proiettile al minuto cambiate canale.