Amici, il retroscena che imbarazza Anna Oxa: "Puzza di aglio"

Il settimanale di gossip "Chi" ha rivelato che durante l'ultima puntata di "Amici" Anna Oxa puzzava tremendamente di aglio

Il programma di Maria De Filippi, "Amici", è ormai finito, ma Anna Oxa continua a fare parlare di sé: questa volta il retroscena è davvero disgustoso.

Il settimanale "Chi" ha rivelato un'indiscrezione davvero particolare. Il magazine scrive che durante l'ultima puntata di "Amici", Anna Oxa aveva un odorino niente male. "Pochi potranno scordare l’odore di aglio che la cantante emanava in studio durante l’ultima edizione di Amici - si legge sul settimanale. La Oxa lo adora, dice che è un toccasana. Intanto per il prossimo anno si prevede una rivoluzione tra giudici e coach nel talent di Maria De Filippi, tra addii e nuovi arrivi".

Poche parole quelle scritte sul settimanale di gossip, ma sufficienti per rianimare l'aurea di mistero che sta sopra Anna Oxa. Ricordiamo che la cantante, una volta finita l'ultima puntata, aveva scritto sul suo profilo Facebook che stava per lasciare l'Italia. Nei giorni seguenti sono continuati i pettegolezzi e i misteri. Ma il destino della cantante non si è ancora capito. Sicuro (per "Chi") è il suo odore "all'aglio".

Commenti

linoalo1

Ven, 03/06/2016 - 16:05

Lo avrà fatto,sicuramente, per tenere lontano tutti i Finti Amici di Amici!!!

zingozongo

Ven, 03/06/2016 - 16:22

l'odore di aglio non e fastidioso per nulla ed e' davvero un toccasanaùun antibiotico naturale che aiuta pur el orgranismo ad espellere i metalli dannosi

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 03/06/2016 - 17:09

La oxa ha sempre puzzato .... di ignoranza ed arroganza.

emigrante48

Ven, 03/06/2016 - 19:38

aresfin, non per nulla é di origini albanesi!

Kosimo

Ven, 03/06/2016 - 22:10

se non esistesse l'aglio sarei morto di fame

ziobeppe1951

Sab, 04/06/2016 - 02:59

La gente dell'est Europa è molto superstiziosa, dicono che l'aglio tiene lontano i vampiri (sempre che ne trovi uno)

rokverdi

Sab, 24/12/2016 - 11:42

Be', che dire? Questo sì che è grande giornalismo...