Amici, Valerio Scanu spietato contro il programma e Maria De Filippi

Anche Valerio Scanu ha voluto dire la sua sull'affaire Morgan. Il cantante ha attaccato duramente il programma e ha fatto pesanti insinuazioni: "Non sarò schiavo a vita per riconoscenza"

"Molti hanno scritto che sputo nel piatto dove ho mangiato e, quindi, puntualizzo: devo la mia grande popolarità al talent e a Maria De Filippi ma essere schiavo a vita per riconoscenza, anche no". Così Valerio Scanu si intromette "nell'affaire Morgan ad Amici di Maria De Filippi". Il cantante e ex allievo del talent non è la prima volta che usa parole piuttosto dure contra Maria De Filippi. Attualmente impegnato a Ballando con le stelle, dove cura i rapporti su tutti i social del programma, ha deciso di rilasciare alcune dichiarazioni per spiegare meglio il suo punto di vista, dopo il suo tweet al vetriolo di qualche giorno fa.

"AMICI mi ha dato la possibilità - dice Scanu - di arrivare al grande pubblico. È stata una grande scuola sotto ogni punto di vista, un'esperienza unica che porterò sempre nel cuore e dove ho potuto confrontarmi con grandi professionisti, coach preparati, competenti che erano lì accanto a me a guidarmi, a formarmi a 360 gradi nel canto, nella recitazione e nel ballo. I bei tempi dove il rispetto e l'educazione erano alla base, dove si studiava veramente e si chiacchierava poco e mi dispiace troppo che i nuovi allievi non godano più di questa grande opportunità ma siano solo numeri allo sbaraglio di un programma di cui non sono più i protagonisti".

E dopo una prima frecciatina, Valerio Scanu rincara la dose: "Dopo Amici nessuno mi ha regalato nulla, mi sono rimboccato le maniche e ho dovuto lottare con sudore e sacrificio anche contro Maria stessa per poter dire e scrivere. Ho letto tanti post a difesa del programma e ci sta, ma cerchiamo di essere realisti e meno ipocriti perché sappiamo bene tutti che se non entri nelle grazie giuste l'anno dopo SEI FINITO!!! È ormai un circolo vizioso: c'è chi sale e chi scende dal carro, raccogli e prendi tutto ciò che Amici ti può dare, e ti dà tanto, ma poi sei tu artefice del tuo destino, del tuo futuro da artista e da essere umano perché, finito il programma, non c'è più spazio per te. Abbiate un pò di dignità e di coerenza, capisco che avere il coraggio di esporsi con veridicità non è da tutti, capisco che basta uno schiocco di dita della De Filippi o di qualcuno dei suoi per ritrovarvi per strada ma non lasciate passare il messaggio che Amici è l'opportunità della vita, che ti cambia la vita per sempre, la scuola dove i tuoi sogni diventano realtà perché a mezzanotte la carrozza diventa zucca e ti ritrovi con la scarpetta di cristallo che non potrai più indossare non appena i riflettori su di te si saranno spenti e... avanti il prossimo!".

Valerio Scanu, poi, conclude il suo discorso con un'ultima precisazione. "Non voglio - rimarca - essere al posto di nessuno, né invidio qualcuno perché la mia libertà non ha prezzo... Se oggi voglio pubblicare un album lo faccio e se non voglio, me ne vado in vacanza! Sono pronto a vivermi ogni tipo di esperienza televisiva e non, libero di esprimermi come cantante, ballerino, attore, conduttore, imitatore e ben venga tutto ciò che possa arricchirmi. Io non ho padroni. Per concludere, l'unica Maria Regina e Immacolata non sta in via Tiburtina...".