Antonella Clerici e l’addio a La prova del cuoco: "Se fossi andata avanti sarei scoppiata"

"Sono 32 anni che lavoro in Rai, correndo sempre, una vita tranquilla non l’ho mai fatta, tantomeno normale" ha raccontato la Clerici a Oggi

"È stata una decisione soffertissima". Antonella Clerici descrive così in un’intervista a Oggi la scelta di dire addio a La prova del cuoco.

L'intervista

"Se fossi andata avanti sarei scoppiata", spiega la Clerici durante l'intervista. E aggiunge: "È stata una decisione soffertissima. Ma se fossi andata avanti sarei certamente scoppiata. Quello che è successo a Fabrizio Frizzi mi ha fatto pensare tanto. Lui che adorava sua figlia Stella e che se ne è andato così precocemente. Dovevo davvero fermarmi e spostare le mie priorità, ed è stata la pancia a dirmelo. Le ho dato retta".

Le lacrime all'ultima puntata hanno dimostrato l'attacamento della conduttrice al programma che le ha portato notorietà e anche l'affetto di moltissimi telespettatori: "Sono 32 anni che lavoro in Rai, correndo sempre, una vita tranquilla non l’ho mai fatta, tantomeno normale. È arrivato il momento di consolidare quello che ho costruito e a 54 anni mi voglio godere le piccole cose. Certamente anche quelle grandi, come mia figlia e Vittorio (Garrone, il compagno)".

Ma non credete che Antonella si fermi e si accomodi sul divano. Questo autunno tornerà con Portobello: "Mi confronterò con un mito, Enzo Tortora... Non è semplice, lo so. La televisione è cambiata, quegli ascolti sono impossibili, perché a cambiare è stato il nostro mondo… Io sono diversa da Tortora, lui era tagliente nella sua ironia, io sono autoironica, ma farò il mio, nel rispetto della sua figura. Rispetterò il format originale, modernizzandolo perché purtroppo quel modo di fare televisione non c’è più… Sono già iniziati i casting del pappagallo".

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Gio, 07/06/2018 - 10:24

Ancora le lacrime della Clerici? Ancora Frizzi? Ecchepppallleeeee...E bastaaaaaaa.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 07/06/2018 - 11:26

questi "spettacolari" vivono qualche metro sopra di noi.. e non affrontano le vere sfide della Vita, le reali sofferenze.. le fatiche e penso neanche le gioie che ne derivano nel superarle. forse qualcosa ci accomuna oltre il loro mondo ovattato. ma personalmente non li invidio affatto.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 07/06/2018 - 12:26

e chi ti tiene...vai vai....non ti fermare e non tornare indietro....vai via

BALDONIUS

Gio, 07/06/2018 - 13:06

Ci manca solo che lo stare in TV a far finta di cucinare arrosti e timballi a 6500 € al giorno venga inserito tra i lavori usuranti