Armie Hammer: "Dopo Chiamami col tuo nome non ho più mangiato pesche"

Dopo la lunga scena di onanismo presentata nel film di Luca Guadagnino Chiamami col tuo nome, Armie Hammer non ha più toccato una pesca

C'è una famosa scena nel film di Luca Guadagnino Chiamami col tuo nome in cui Oliver, il personaggio interpretato da Armie Hammer si trova nella stanza con Elio (il giovane Timothée Chalamet) e lo guarda masturbarsi con una pesca. La scena è una delle più chiacchierate del film che ha fatto innamorare gli Stati Uniti, ed è una scena che rappresenta l'apice dell'innamoramento dell'adolescente Elio, che in una calda estate scopre e vive la sua omosessualità.

A differenza di quanto accade nel romanzo di André Aciman, da cui il film è stratto, dopo l'orgasmo di Elio Armie Hammer non mangia il frutto dopo l'atto di onanismo; la pesca rimane dunque abbandonata a se stessa, con la consapevolezza di essere stata paragonata ad un ano.

Nonostante questo l'attore ha però dichiarato che dopo aver girato quella scena non è più riuscito ad avvicinarsi al frutto. Situazione che si è aggravata da quando, dopo la presentazione del film, Armie Hammer ha continuato a ricevere pesche dai propri fan e dai sostenitori del film di Guadagnino. Una forma di affetto, certo, che però sembra aver aumentato l'imbarazzo dell'interprete.

Forse è anche questo il motivo che si cela dietro i dubbi di Armie Hammer riguardo un possibile - quanto chiacchierato - sequel cinematografico della storia d'amore tra lo studente universitario Oliver e il giovane adolescente Elio.


Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?