Arriva "Ocean Girls", il talent con il costume

Da venerdì su Sky1 e Cielo Simone Annichiarico presenta dieci ragazze alle prese con sfide estreme

Su 2000 candidate hanno selezionato 600 ragazze per arrivare alle 10 protagoniste di Calzedonia Ocean Girls, il «talent adventure» in onda da venerdì alle 20.20 su Sky 1 e in chiaro su Cielo dal 22 maggio tutti i giovedì dalle 23. Si tratta del più impegnativo tra i «branded content» (cioè i programmi nati intorno a un marchio) finora girati in Italia.

«Abbiamo lavorato con Calzedonia fin dall'inizio: pensando e sviluppando insieme tutti i contenuti del programma», ha detto Nils Hartmann, direttore di produzione di Sky. Le sei puntate presentate da Simone Annichiarico son state girate alle Canarie tra Tenerife, Lanzarote e Fuerteventura. «Al sole ti ustionavi, all'ombra gelavi: gli alisei da quelle parti picchiano duro», racconta Annichiarico spiegando poi che per filmare le varie prove gli operatori hanno dovuto sottoporsi a veri e propri tour de force. Notevole il dispendio di uomini e mezzi per ottenere immagini più che spettacolari: elicotteri, motoscafi, gommoni e jet sky senza contare i servizi di base tipo dar da mangiare tre volte al giorno a tanta gente per 40 giorni in loco.

«Avevamo una troupe di 75 persone», spiega Eugenio Bonacci, chief strategy officier di Fremantle che ha prodotto il programma. Le concorrenti dovevano dimostrare una seria preparazione atletica oltre ad avere un corpo a prova di costume da bagno (ne hanno indossati 230 in tutto, un'enormità) e una tenuta psico-fisica notevole. «Ragazze normalissime, solo molto atletiche» puntualizza il presentatore. Tra le magnifiche 10 ci sono istruttrici di nuoto e di ginnastica, due modelle, una interior designer, una studentessa, un'impiegata (Simona, 39 anni e due figli) e Rachele Fogar, la seconda figlia di Ambrogio. «Han dovuto fare di tutto: 30 chilometri di corsa, 10 di nuoto, immersioni fino a 20 metri e hanno avuto «solo» otto infortuni, due ritiri e una sostituzione. La vincitrice porta a casa 100 mila euro in oro e il ruolo di ambasciatrice di Calzedonia per un anno. Resta da capire se questa nuova forma di promozione funziona oppure no. Hartmann ne è convinto tanto che pensa addirittura di lanciare il format a livello internazionale. Sandro Veronesi, presidente e fondatore di Calzedonia dice: «È un programma in cui credo moltissimo perché ha carattere, passione e determinazione». Come minimo non mente visto che si dichiara fin dal titolo.