Arriva il reality show ambientato durante la II Guerra Mondiale: "Vince chi sopravvive ai nazisti"

In Repubblica Ceca la tv pubblica cerca famiglie che partecipino a "Vacanza nel Protettorato": l'obiettivo è sopravvivere a bombardamenti e vessazioni della Gestapo

A più d'uno l'idea è parsa di cattivo, per non dire di pessimo, gusto.

Un reality show ambientato nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, nel territorio Repubblica Ceca. Dove ora, settant'anni più tardi, la televione pubblica Česká Televize ha lanciato da qualche tempo un programma davvero particolare. Concorrente è una famiglia ceca, i cui membri devono "sopravvivere" alle insidie del tempo di guerra. Retate della Gestapo, bombardamenti e piccole vessazioni anche nella vita quotidiana. I nazisti sono impersonati da attori professionisti.

Nonostante la grande affluenza di famiglie (si sono presentate in 200, forse attirate dai 40mila euro in premio), il programma ha raccolto feroci critiche, sia in patria che all'estero. L'autrice del programma, Lenka Polakova, si è giustificata spiegando che l'obiettivo era fare rivivere a spettatori e concorrenti l'esperienza dell'occupazione nazista, ma l'idea non sembra raccogliere molti consensi. Anche e forse soprattutto per il nome scelto per il programma, "Vacanza nel Protettorato".

Il Times of Israel ha attaccato il programma sostenendo che disonora la memoria delle vittime di quegli anni, chiedendosi se il prossimo passo non fosse un reality ambientato ad Auschwitz.

La Repubblica Cecoslovacca venne invasa dai nazisti nella primavera del 1939 e smembrata tra lo stato-satellite della Repubblica Slovacca e il cosiddetto "Protettorato del Reich in Boemia e Moravia", governato da un uomo alle dirette dipendenze di Berlino.