Asia Argento in lacrime: "Dopo la morte del mio compagno non riesco ad avere relazioni"

Asia Argento ha sminuito il flirt con Fabrizio Corona e spiegato che dopo la morte del compagno Bourdain per lei sarebbe difficile iniziare delle storie d'amore

Ha scelto il salotto di Barbara D’Urso per tornare a parlare delle molestie subite da Weinstein, della accuse di Bennett e della sua vita privata ma, alla fine, Asia Argento è scoppiata in lacrime ricordando il compagno Anthony Bourdain, morto suicida.

Certa di poter gestire il confronto con gli ospiti che si nascondevano dietro le sfere di Live!, l’attrice ha iniziato a vacillare quando tutti le si sono rivoltati contro giudicando le scelte fatte in passato e la sua voglia di legarsi a uomini che il più delle volte vengono considerati “maledetti”. In ultimo, Alessandro Cecchi Paone ha sferrato l’attacco che ha ridotto Asia in lacrime e costretto Barbara D’Urso ad interrompere l’intervista chiamando la pubblicità.

Secondo me non sei una donna forte, non è una colpa, ma è un problema perché stai pagando un prezzo atroce per quello che ti è capitato – ha esordito il giornalista riferendosi al caso Weinstein - . Ma cosa c’entra la storia con Corona? C’era il sospetto che fosse stata messa in piedi per pubblicità”, ha aggiunto Cecchi Paone, da sempre nemico di Fabrizio.

Sono una persona molto sola – ha replicato Asia Argento con difficoltà - . Corona mi ha fatto del bene in quei due, tre giorni che l’ho visto. Non è stata una storia e non sarei capace di averne una dopo la morte del mio compagno”. Il ricordo di Anthony Bourdain ha smosso nell’attrice troppe sensazioni contrastanti e lei non ce l’ha fatta a trattenere il pianto.