Gli autori erotici di Kindle contro Amazon

Amazon cambia le politiche relativi alle royalty degli e-book e gli autori di Kindle Unlimited sono in rivolta

Autori di letteratura erotica e non solo in rivolta. Amazon ha cambiato le sue politiche rispetto a Kindle Unlimited, il servizio che consente di saltellare qua e là tra gli e-book per trovare quello che più fa al caso proprio.

In pratica, da ora, Amazon riconoscerà le royalty agli autori in base al numero di pagine lette e non al download dell'intero libro, come è accaduto fino ad adesso. I più penalizzati finiscono per essere gli autori di letteratura erotica, che in media pubblicano romanzi brevi anche se di natura seriale, come "50 Sfumature" per esempio.

Ma questi scrittori non saranno i soli penalizzati da questa nuova politica: anche gli autori di poesia o di libri di cucina o di fiabe per bambini, che solitamente realizzano letture brevi o che possono essere parcellizzate dal lettore, riceveranno per ogni pagina 0,006 dollari, il corrispettivo di 1 centesimo di euro.

Così, questi scrittori hanno pensato di lanciare su Twitter l'hashtag #ReleaseTheRate, ossia «liberare il tasso»: in pratica si richiede di tornare all'antico e permettere agli autori di guadagnare con il download. Il sistema, com'è ora, privilegia la quantità di pagine a scapito della qualità. Come se un libro di 2mila pagine possa in effetti valere di più di ogni «mi illumino d'immenso».