Tra le autrici più lette c'è un maschio: Evelyn Waugh

Il prestigioso magazine costretto a rettificare sul sito: «Era un uomo»

Daniele AbbiatiLa prof si rivolge alla studentessa: «Qual è la scrittrice che preferisci?». E la ragazza: «Beh, mi faccia pensare un momento... Direi... tutto sommato... Evelyn Waugh». «Hai buon gusto, cara - commenta la prof -, in effetti... gli piacevano anche gli uomini». Il dialogo è puramente immaginario. Ma plausibile, secondo Time. Il Time americano, se non altro, non il Times inglese, che si sta ancora rotolando per terra dalle risate.È andata così. Stilando una classifica delle cento autrici più lette dalle ragazze statunitensi dei college, la prestigiosa (!?) testata Usa ha collocato al 97º posto (eh sì, bastava poco per sfangarla...) l'autore di Ritorno a Brideshead e Una manciata di polvere. Il quale di nome faceva anche Arthur e John, ma, purtroppo per le sbarbine a stelle e strisce e per la suddetta testata, è universalmente (o quasi) famoso come Evelyn. Che non è, ricordiamolo e ricordiamocelo, perché fa sempre bene ripassare la storia della letteratura, un vezzo di... genere, ma quanto banalmente detta l'anagrafe di Londra, addì 28 ottobre 1903. Chiamiamolo pure fondo di magazine, chiamiamolo botta di culo al contrario, chiamiamola semplicemente comica distrazione addebitabile a quello che una volta si diceva «diavoletto della tipografia». Sta di fatto che sono stati i lettori, maschi e femmine, si presume, a segnalare la topica. «Correction: The original version of this story included Evelyn Waugh, who was a man», ha dunque aggiunto in coda all'elenco, con la coda fra le gambe, il povero Time.Che Evelyn declinasse in versione gay molti dei suoi personaggi, a partire dall'Ambrose Silk di Put Out More Flags, cioè Sempre più bandiere, del 1942, per proseguire con il duo Sebastian-Charles del citato Ritorno a Brideshead, ovviamente non rovina il gusto della gaffe. Aggravata anzi, se vogliamo, dal fatto che proprio da studente, quando grosso modo aveva l'età delle fanciulle interpellate da Time, spesso e volentieri lo scrittore visse esperienze omosessuali in quel di Oxford.Ultimo dato di cronaca rosa, anche se un po' smunta: ora al 97º posto di quella classifica, al porto di Evelyn c'è Marguerite, nel senso di Duras. Lei si innamorò di un omosessuale, Yann Andréa. E una volta scrisse: «Tutti gli uomini sono omosessuali in potenza, devono solo saperlo, imbattersi nell'incidente o nell'evidenza che glielo rivelerà». Ecco, «incidente» in questo caso è la parola giusta.