"Dopo aver detto no a tutti i reality, torno in tv cucinando con chef Scabin"

La presentatrice domenica su Canale 5 ne "I menù di Giallo Zafferano"

Dalla pubblicità di una nota acqua minerale, passando per Le Iene fino ad arrivare a JTV, canale tematico della Juventus. Cristina Chiabotto negli ultimi anni, in tv, ha fatto un po' di tutto. Da domenica alle 10 su Canale 5 sarà al fianco dello chef Davide Scabin con I menù di Giallo Zafferano, presentato da Giallo Zafferano, il sito più amato dagli italiani in cucina. Il brand del gruppo Mondadori porta in tv un programma all'insegna della sperimentazione culinaria. Scabin cucinerà due piatti per l'ospite del giorno, persone comuni dalle dinamiche più varie: chi è a dieta, chi è vegetariano, chi ha poco tempo per cucinare.

Per lei è un ritorno alla food tv. Le piace occuparsi di cibo e ricette?

«In cucina me la cavo, sono una buona forchetta. Mia madre e mia nonna sono beneventane, quindi sono cresciuta con chi conosce ottimi trucchi per una cucina gustosa».

La sua passione per la buona tavola la compensa in palestra?

«Il movimento e il benessere sono fondamentali. Puoi concederti qualcosa in più, solo quando ci lavori sopra, ma senza fissazioni. Equilibrio è la parola giusta».

Tornando alle sue esperienze in tv quale le ha dato più soddisfazione?

«A 18 anni, vincendo Miss Italia, sono passata in un attimo dai banchi delle suore salesiane alla tv. Ho bruciato molte tappe, mi sono trovata a vent'anni a condurre Scherzi a parte, Festivalbar. La vittoria di Ballando del 2006 e la conduzione de Le Iene, le mie soddisfazioni più grandi».

Ha mai pensato che fosse troppo presto?

«Non ho mai avuto la sensazione di dire cosa mi sta capitando? È troppo grande. Oggi molte ragazze corrono, pur di ottenere tutto subito. Mi chiedono consiglio, e cerco di far loro capire come sia importante saper dire no a programmi che non facciano per loro».

Lei ha detto molti no?

«Ne dico ancora oggi diversi. Mi hanno proposto più volte di partecipare ai reality più vari, dall'Isola al Gf Vip, ma non sono un tipo che si mette a nudo facilmente... Ma mai dire mai. Sono la prima a guardarli».

Com'è la tv di oggi?

«Mi piace, ma è molto diversa da dieci anni fa, quando certi programmi facevano tendenza. Oggi con l'arrivo del web, se sei forte sui social network, puoi essere più incisivo di chi conduce un programma di spessore o di approfondimento».

Ultimamente è il nuovo volto di canali tematici come JTV.

«E' stata una scelta, ma anche la conseguenza di una tv che non mi rispecchia più di tanto. Ho vissuto tutto molto velocemente, poi se a trent'anni arriva la Juventus, la mia squadra del cuore, con una proposta di questo tipo, la colgo. Mi piace sperimentarmi. E sono aperta a ciò che verrà».

Un progetto?

«Mi piacerebbe fare un programma sui viaggi o sui documentari. Oppure una sitcom basata sull'improvvisazione, di quelle che metterebbero in luce il mio lato autoironico, che spesso alla gente non arriva. Anche nei Menù di Giallo Zafferano mi metterò in gioco, magari spaccando due uova qua e là...»

Dopo la rottura del suo rapporto con l'attore Fabio Fulco, durato 12 anni, cosa spera per il suo futuro?

«E' stato un passaggio fortissimo, di cambiamento, di rinascita. Quel momento che forse nella vita si presenta a tutti, prima o poi. In amore mi è sempre mancato il coraggio di affrontare prima me stessa, senza mettermi da parte. Cercherò di amarmi sempre, qualsiasi cosa mi riserverà il futuro».