Baglioni e Morandi, un format per radio (e tv)

Quando due ci sanno fare, ci sanno fare. Sia sul palco, sia in radio che (magari) in tv. Claudio Baglioni e Gianni Morandi non sono soltanto una coppia ormai affiatata durante i concerti (attesissimi ed esauriti quelli al Forum di Milano tra meno di un mese), ma funzionano anche in radio. Il loro «two men show» su Rtl 102.5 intitolato Radiocapitanicoraggiosi (ogni venerdì dall'8 gennaio dalle 19 alle 21 con il grande Angelo Baiguini a dettare il ritmo) sono diventati veri e propri happening che tutto fanno tranne sconfinare nella nostalgia. D'accordo, loro due sono autentiche icone della musica leggera italiana e potrebbero trascorrere il tempo a raccontare quanto fossero entusiasmanti i bei tempi passati. E invece dietro ai microfoni loro due si mettono in gioco, parlano in diretta (come sempre su Rtl 102.5), suonano dal vivo brani che valgono, come si direbbe negli States, il prezzo del biglietto e, proprio per non farsi mancare nulla, invitano anche ospiti per improvvisare siparietti che sono una autentica goduria. Nella prima puntata Fiorello. Poi, a seguire, Laura Pausini, Enrico Brignano, Francesco Guccini, Pooh e Paola Cortellesi. Uno spasso. La morale è che se sei un uomo di spettacolo, fai spettacolo ovunque. Come qui. Morandi con la sua esperta normalità. Baglioni con il gusto della ricerca e dell'approfondimento. Nessuno lo avrebbe detto, ma attenti a questi due: funzionano. E potrebbero funzionare anche in televisione, diventando un format unico al mondo perché capace di interagire con tutti. Se fossi in qualche direttore di rete, farei una bella proposta.