Ballarò, Giannini risponde ai dem: "La Rai può licenziarmi, il Pd no"

"La Rai mi può licenziare. Il Pd, con tutto il rispetto, proprio no". Su Twitter il conduttore di Ballarò Massimo Giannini, che torna, in un editoriale, sulle polemiche sollevate da alcuni esponenti del partito del presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla scorsa puntata della trasmissione, risponde al Pd

"La Rai mi può licenziare. Il Pd, con tutto il rispetto, proprio no". Su Twitter il conduttore di Ballarò Massimo Giannini, che torna, in un editoriale, sulle polemiche sollevate da alcuni esponenti del partito del presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla scorsa puntata della trasmissione, risponde al Pd. "Ci vediamo stasera a #ballaro", ha aggiunto il giornalista e conduttore di Raitre.

Quando scrive di Pd, Giannini fa riferimento evidentemente al segretario della Vigilanza Rai Michele Anzaldi, arrivato a chiedere la sua testa per una frase pronunciata in diretta dallo stesso conduttore a proposito del rapporto tra banche e governo. Un'uscita da cui aveva immediatamente preso le distanze la minoranza dem. Mentre i senatori Federico Fornaro e Miguel Gotor si chiedevano quale fosse "a leggere certe dichiarazioni e richieste di licenziamento" la differenza tra la "vecchia Rai e quella post riforma" renziana, il deputato ed ex capogruppo alla Camera Roberto Speranza invitava a lasciare fare le "pagelle" dei giornalisti "a Grillo e Berlusconi", perché il Pd "deve stare sempre dalla parte dell'informazione".

Commenti

blackbird

Mar, 02/02/2016 - 21:59

Certo che il PD non lo può licenziare. Ma può ordinare a chi manda in RAI di farlo. Fintanto che dicono apertamente di rimuoverlo Giannini può stare tranqullo. Quando tutto il PD lo sosterrà pubblicamente dovrà invece stare sereno!

sottovento

Mar, 02/02/2016 - 22:30

Non esiste più nemmeno la libertà di opinione?

marcothai

Mer, 03/02/2016 - 04:32

Il CRETINETTI fa ancora finta di non capire chi comanda in rai, tra un po se ne accorgera'

Libero1

Mer, 03/02/2016 - 06:15

Di solito io non guardo ballaro' perche' ho sempre ritenuto un covo komunista dove fingono di scannarsi ma poi ti accorgi che si leccano. Ieri sera solo per una oretta ho guardato ballaro'.Non credo che il vittimismo del kompagno giannini solo per il fatto di essere stato richiamato(pena il licenziamento) per aver criticato il governo PiDiota del burattino di rognano abbia commosso gli italiani.Che poi l'ex scarapocchino di un giornale filokomunista ora faccia il moralista dopo che per decenni ne ha scritto tutti i colori contro Berlusconi, ora vuole farci credere di essere una vittima predestinata quando dice " la rai mi puo' l'icenziare la cricca PiDiota no" non credo che agli italiani abbia fatto venire giu' i lacrimoni.Per uno come lui che ne ha fatte e dette di tutti i colori,ora e' il suo turno di pagare il conto

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 03/02/2016 - 07:15

Per i PDioti la libertà di opinione è un optional!

linoalo1

Mer, 03/02/2016 - 08:06

Il poverino non ha ancora capito chi comanda!!!!!

Arnolff

Mer, 03/02/2016 - 08:18

Dovrebbe essere licenziato come pure la De Gregorio, Augias, Annunziata, ecc...ecc...In nessun Paese Democratico Occidentale esistono programmi Televisivi nazionali di chiara appartenenza all'estremismo di sinistra. L'Italia e` di fatto una Nazione in pieno regime politico Marxista. I poteri sono saldamente in mano alla sinistra estrema e l'Europa ha preso atto di questa gravita` attraverso la questione immigrati clandestini Africani e Medio-Orientali, l’ultimo viaggio di Renzi in Nigeria e` stata la consacrazione dell’estremismo comunista in atto. La pressione di Bruxelles si fara` sempre piu` dura fino ad ottenere la caduta di Renzi…l’Europa che conta non lo vuole, come non vogliono i risultati della sua sfacciataggine politica Africana….!!!