Un Balletto molto beat

Per comodità è inserito nell'ammucchiata dell'italian prog. In realtà Sirio 2222 (anno di grazia 1970), ottimo esordio dei napoletani Il Balletto di Bronzo, altro non è che tardo beat. Ritmiche d'importazione, chitarre distorte e stereofonici coretti esaltano Neve Calda e la classicheggiante Meditazione, brano dalle allettanti promesse. Che verranno in parte disattese dal complicato Ys, questo sì molto prog. Un italico tributo al lato Barret dei Pink Floyd vietato all'alta fedeltà.