Beautiful a rischio chiusura

La soap opera "Beautiful" rischia di chiudere i battenti a 29 anni dalla prima messa in onda negli USA, ma in Italia gli ascolti tengono ancora molto bene

Emorragia di ascolti negli USA e "Beautiful", il cui titolo originale è "The Bold and the Beautiful", rischia la chiusura a poco meno di trenta anni dalla prima puntata messa in onda. Il 23 marzo 1987 veniva infatti trasmessa il primo episodio della soap opera, che quindi ieri ha festeggiato i suoi spumeggianti 29 anni. Ma qualcosa sta per cambiare.

I dati registrati parlano chiaro: "Beautiful" ha perso nelle ultime settimane 244.000 spettatori, ma è una tendenza continua e inarrestabile, dato che rispetto allo scorso anno gli spettatori perduti sono ben 287.000 e, in confronto al 2011, sono quasi 500.000. Quindi la CBS potrebbe decidere per un'eutanasia della soap, anche se, con tutta probabilità, si tenteranno prima degli escamotage narrativi, come il recupero di un ex personaggio molto amato e colpi di scena a go-go.

Il problema sembra infatti risiedere nei nuovi personaggi e argomenti: si è parlato di una transessuale, della maternità surrogata e della vasectomia di Ridge, ma pare che niente abbia appassionato gli statunitensi come avveniva in passato. In Italia, Beautiful è stabile con 3 milioni di spettatori a puntata, ma probabilmente non è un numero sufficiente per la salvezza della serie. Che, se dovesse chiudere davvero i battenti, andrà ancora in onda nel Belpaese ancora per alcuni mesi.