Il bel talento di Giua

Prendi una cantautrice di solido talento, dalle una chitarra e un bel po' di amici che sappiano il fatto loro. Il risultato è E improvvisamente, il disco che la ligure Giua ha appena pubblicato regalando un altro tocco della sua classe. Rispetto agli altri dischi, questo è più contaminato, supera il confine del cantautorato latino per arrivare ai dintorni del folk o addirittura del jazz. E lo fa (anche) grazie agli arrangiamenti del maestro Stefano Cabrera degli Gnu Quartet e alle incursioni preziose di Zibba (ospite nella canzone del titolo), di Pilar in Scivola sud e di Armando Corsi che porta la sua sublime chitarra in Scivola sud e A me mi piaci tu. Un disco di nicchia si direbbe. Ma anche un disco di altissimo livello che merita tanti ascolti.