Benedict Cumberbatch sventa una rapina a Londra

Benedict Cumberbatch, lo Sherlock televisivo nonché protagonista del film The Imitation Game ha sventato una rapina a Londra

Benedict Cumberbatch ha sventato alcuni giorni fa una vera rapina a Londra ai danni di un pony express impiegato di Deliveroo a cui volevano sottrarre la bicicletta

Lo Sherlock televisivo è riuscito a intimorire un gruppo di quattro malviventi facendoli desistere dal rapinare un pony express della bici con cui lavora. L'attore di Imitation Game si trovava in taxi insieme alla moglie quando ha visto un gruppo di quattro persone accerchiare un corriere espresso a Baker Street. Osservando la scena si è accorto che i malviventi stavano intimorendo il ragazzo, Cumberbatch è sceso dal taxi e si è messo a correre verso i quattro ragazzi che nel frattempo avevano anche spaccato una bottiglia in testa al pony express. Ha cercato di invitarli a desistere ma i malviventi non si sono fatti intimorire, soltanto dopo averlo riconosciuto in volto sono scappati. Un po' come nella celebre pellicola di De Sica, "Ladri di Biciclette", il bene che si tenta di sottrarre è una bicicletta.

Il Sun ha riportato la notizia per primo ed è accorso ad intervistarlo, lui ha dichiarato che "Non Avevo Scelta, dovevo intervenire per forza". Il tassista che stava accompagnando la coppia, un autista Uber, ha raccontato di non aver riconosciuto l'attore fino a che questi non si è avventato sui quattro malviventi. Lo stesso autista è sceso per dare manforte all'attore ma non appena ha riconosciuto "Sherlock" è rimasto come immobilizzato, avendo realizzato quanto fosse irreale la scena. Ha definito l'attore "Un vero supereroe come si vede in tv. Ironia della sorte ha voluto che ciò accadesse proprio all'angolo con Baker Street". Ricordiamo che al 221B di Baker Street Arthur Conan Doyle posiziona la residenza londinese dell'investigatore più famoso del mondo, Sherlock Holmes, di cui Benedict Cumberbatch ha interpretato il ruolo in una rivisitazione in chiave moderna.

L'attore è molto spesso presente sui tabloid inglesi, oltre che per "gesti da supereroe" anche per posizioni politiche spesso radicali. In una delle sue ultime dichiarazione criticò aspramente quanto fatto dal governo Cameron in passato.