Bergonzi gran verdiano

L'anno di Verdi non poteva ignorare Carlo Bergonzi: il suo cantar canto sano, la dizione scolpita, il fraseggio virile, gli acuti generosi e le sublimi sfumature piano. Le 31 arie di Verdi ripercorrono lo straordinario cammino da Oberto al sonetto del Falstaff. Un tour de force che solo un gran tenore come Bergonzi poteva affrontare, passando magistralmente dal registro lirico a quello «spinto» e drammatico. Con alto magistero lo accompagna il maestro Nello Santi.