Beyoncé e Lady Gaga regine al Super Bowl

Super Bowl ricco di eventi e musica di qualità per questa cinquantesima edizione: protagoniste indiscusse le popstar Lady Gaga e Beyoncé

Lady Gaga/LaPresse

Vittoria trionfale e terzo titolo NFL della loro storia per i Denver Broncos, che hanno battuto a suon di punti i Carolina Panthers per 24-10. Una cinquantesima edizione del Super Bowl davvero emozionante che rende così onore al veterano Peyton Manning, leader dei Broncos, che può forse così avviarsi degnamente verso il congedo e i saluti. Come ha specificato lui stesso, il tempo delle decisioni è rinviato a dopo i festeggiamenti, che saranno lunghi e sicuramente molto sentiti. Manning, ormai vicino ai 40 anni, può chiudere la carriera in modo epico. Ma l’appuntamento del Super Bowl è da sempre un evento nazionale molto sentito e atteso con entusiasmo da tutti gli americani, da costa a costa. Ricco di eventi collaterali che guidano l’utente verso la partita, caricando l’atmosfera di energia, entusiasmo e grande attesa. Documentari, collegamenti, rassegne che ruotano intorno ai protagonisti dello scontro diretto si spartiscono l’attenzione del pubblico con i due momenti della serata dedicati all’intrattenimento musicale.

Il primo, il più amato e sentito, è legato all’intonazione dell’inno nazionale. Un rito e un onore che di anno in anno viene celebrato degnamente e affidato a un’artista di fama mondiale. Per questo 2016 la regina indiscussa è stata Lady Gaga che, avvolta in un completo rosso elettrizzante di Gucci e con scarpe con i colori della bandiera USA, ha intonato le note di The Star-Spangled Banner. Da sempre sogno nel cassetto della diva, Gaga non ha deluso aspettative, facendo commuovere ed emozionare l’intero stadio e il pubblico a casa.

Il secondo momento di intrattenimento è da sempre concentrato nella pausa dei due tempi di gioco, meglio noto come halftime, dove sul palco sono saliti i Coldplay. La band ha generosamente spartito il palco con altri due artisti, già headliners nelle precedenti edizioni, Bruno Mars e un’energica Beyoncé. L’inconsueto terzetto, circondato da ballerini e giovani musicisti, ha intrattenuto gli animi del pubblico durante tutta la pausa. Indiscussa protagonista Beyoncé, che ha snocciolato un’esibizione elettrica e tecnicamente perfetta, come solo un’artista del suo calibro è in grado di fare. Forse un po’ in ombra la band inglese, che ha ripreso quota in un secondo momento, grazie alla collaborazione con i due artisti.