Box Office

Benedetta nazionale di calcio. La sosta per il campionato e l'arrivo del brutto tempo hanno riavvicinato gli italiani ai cinema. Ci ha messo, però, anche del suo il gradevole soggetto di Pets - Vita da animali, trionfatore del fine settimana su grande schermo con ben 4.579.330 euro, mica noccioline. Il cartone, infatti, cerca di immaginarsi quello che combinano i nostri animali da compagnia quando li lasciamo soli a casa, facendo intenerire, così, non solo i bambini, primi destinatari del titolo, ma anche i proprietari di cani, gatti, coniglietti e via dicendo. Del resto, che i cartoon siano il vero motore trainante dell'industria cinematografica lo dimostra anche il dato di Alla ricerca di Dory (ora terzo, dietro il confermatissimo, dal pubblico, Woody Allen di Café Society), arrivato ad un box office complessivo di 14.152.078 euro. E mentre Bridget Jones saluta le sue fan, a suon di risate, con quasi 5 milioni di incasso, ecco debuttare, al quinto posto (con 597.342 euro), una bella sorpresa italiana, dal budget limitato. Si tratta di Mine, thriller (non nuovissimo come idea) di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro che, grazie anche al primo passaparola della gente, si è trovato nella top five, facendo meglio, ad esempio, del più atteso La verità sta in cielo (sesto con 589.429 euro) di Faenza, che prova a fare luce sul caso Orlandi. Peccato, invece, che non abbia fatto breccia tra i cinefili Deepwater, l'ottimo disaster movie interpretato da Mark Whalberg (settimo posto con 537.069 euro); il soggetto, del resto, su una piattaforma petrolifera andata a fuoco, non è dei più invitanti. Infine, solo tredicesimo Elio Germano con il religioso Il sogno di Francesco, dedicato al santo di Assisi.