Box Office

Sono giorni importanti per il botteghino italiano. L'uscita di due blockbuster come Fast & Furious 8 e, da oggi, dell'atteso I guardiani della galassia, Vol. 2, non potrà che avere un riflesso positivo sui conti degli esercenti. Prendete, come esempio, F&F 8, capace, in pochi giorni, di incassare qualcosa come 11.138.239 euro, mica noccioline. Un risultato importante, certo, auspicabile alla vigilia dell'uscita in sala (ma, onestamente, non in questi termini), che ha avuto un impatto ancora più concreto sui meri dati del box office complessivo, facendo tornare la voglia di cinema nella gente. Infatti, questo fine settimana, si segnala anche per il buon risultato di alcune pellicole al debutto. Al secondo posto, infatti, dietro l'ottavo capitolo della saga con Vin Diesel, si è piazzato il simpatico Baby Boss, cartone adatto ad ogni età, che ha raccolto, in quattro giorni, 1.566.630 euro. E che dire del terzo posto di Famiglia all'improvviso (1.477.282 euro), commedia francese con protagonista Omar Sy, che fa sorridere e anche commuovere, sulla quale val la pena spendere qualche parola in più. La pellicola è un remake di un film messicano del 2013 (uscito anche da noi), che, bene o male, ricalca la sceneggiatura dell'originale. Eppure, la gente è andata a vederla, è uscita contenta dalla visione, ha fatto il passaparola. Il paragone è con i nostri «adattamenti», di solito bocciati clamorosamente al botteghino. Il problema non è se tu elabori o meno un lungometraggio già esistente, ma sul come lo fai. Anche in questo campo, dobbiamo imparare ancora molto dai nostri vicini di casa.