Bruno Mars è il re dei Grammy Awards

Il cantante è il vincitore assoluto della 60esima edizione degli Oscar della musica: ha portato a casa tutti i premi per cui era nominato

Sei su sei. Bruno Mars è il re incontrastato dei 60esimi Grammys Awards. Il musicista statunitense di origini hawaiane ha vinto i premi in tutte le sei categorie per le quali era stato candidato, tra i quali miglior album (24K Magic) e miglior canzone (That's What I Like).

I premi

Con questi sei premi, Bruno Mars può vantare 11 Grammy vinti nel corso della sua carriera. Unica donna premiata nella serata è stata Alessia Cara che ha vinto il riconoscimento come miglior artista esordiente. Tra i vincitori anche lo scomparso Leonard Cohen, cui è andato un Grammy nella categoria rock, per l'album 'You want it darker', uscito un mese prima che morisse. Premiati anche Chris Stapleton, Dave Chapelle, Kendrick Lamar, Ed Sheeran. Nessun riconoscimento, invece, per Jay-z che dominava le nomination in otto categorie. Delusione anche per l'unico italiano candidato, l'armonicista Fabrizio Poggi, nominato nella categoria best traditional blues album.

Le esibizioni

Numerose le star che si sono esibite durante la serata. Lady Gaga ha dedicato 'Million Reasons' alla zia scomparsa, suonando un pianoforte a coda coperto di piume, mentre Elton John ha cantato insieme a Miley Cyrus il suo successo 'Tiny Dancer'. Gli U2 si sono esibiti invece su un palco sistemato per l'occasione sull'Hudson River, davanti alla statua della Libertà. Presenti anche Luis Fonsi e il rapper Daddy Yankee che hanno cantato la loro hit 'Despacito', nominata fra le cinque canzoni dell'anno e registrazione dell'anno, ma che non ha portato a casa nessun riconoscimento.

C'è anche Hillary Clinton

Durante la serata, a sorpresa, è spuntata anche Hillary Clinton. L'ex first lady ha letto alcune righe di 'Fire and Fury', il libro di Michael Wolff che racconta il primo anno di Donald Trump alla Casa Bianca. La Clinton ha letto un passaggio che descrive le particolari abitudini alimentari di Trump insieme ad altri personaggi famosi: volti noti che, secondo James Corden, il conduttore della serata, stavano facendo un provino per un audiolibro tratto dal successo editoriale.