"C'è posta per te", lui la tradisce a 6 giorni dal matrimonio e prova a riconquistarla

Una storia che ha lasciato il pubblico senza parole. Francesco, trentenne di Orbetello a sei giorni dal matrimonio ha lasciato la sua fidanzata, Martina, dopo aver confessato un tradimento

Una storia che ha lasciato il pubblico senza parole. Francesco, trentenne di Orbetello a sei giorni dal matrimonio ha lasciato la sua fidanzata, Martina, dopo aver confessato un tradimento. Dopo il pentimento per aver annullato le nozze, il ragazzo ha provato a riconquistare la sua donna con un invito a C'è Posta per te. Martina ha accettato l'invito ma ha subito messo in chiaro le cose: "Quando lui mi ha chiesto di sposarlo, io ero la donna più felice del mondo. Ho fatto tutto da sola. Non voglio dire di non essere stata bene con lui, sarei disonesta. Sono sincera, mi dispiace che stia male e mi spiace pensare che le persone vicine a lui, diventate la mia famiglia, possano criticarmi. Io oggi sto bene con me stessa". E ancora: "Dodici anni con lui sono stati bellissimi, l'amore che ho provato per lui è stato tanto. Però poi mi sono reso conto dopo di tante cose. Da parte sua non c'era alcuna fiducia. Io mi sono resa conto di essermi annullata per lui, niente amiche, niente uscite". Poi il ragazzo, per riconquistare Martina ha fatto riferimento ad un episodio e fa riferimento alla sera di due giorni prima la confessione di lui, dicendo di aver fatto l'amore "in quel modo", al punto da suscitare grande curiosità in rete su cosa possa voler dire.

In studio c'è stato qualche momento di imbarazzo. Ma a poco sono servite le parole dell'uomo. Martina ha deciso di chiudere la busta senza accettare la nuova proposta di matrimonio: "Non posso fare altro, ti sei portato quella donna con cui mi hai tradito agli aperitivi che facevi con me, su questo non posso perdonarti". Insomma dopo 12 anni di fidanzamento, una scappatella e poi la confessione hanno mandato all'aria un matrimonio programmato da tempo.

Commenti

francesconeglia

Dom, 21/02/2016 - 18:38

Martina, rendergli la pariglia è il minimo che si merita Francesco. In questi casi per farsi rispettare la vendetta diventa un principio e in più , ti liberi di un indegno a cui immeritatamente hai creduto per troppo tempo. Certamente per far questo ci va temperamento e carattere, ma una volta sperimentate ste due facoltà viene fuori, esemplarmente e con stile, il tuo sacrosanto sdegno che per 'egli' significa...... Franca Viola docet.