Che goduria il campionato di porno karaoke

In corso in una discoteca di Firenze

Si fa presto a dire «mmmhhh...». E anche «aaahhh...». E pure «ooohhh...». Mugolii che, nell'intimità di un orgasmo, sono piacere allo stato puro. Godeteveli, godiamoceli. Ma se volete farvi due risate non bisogna perdere il Campionato italiano di Porno Karaoke in corso alla discoteca Manduca di Firenze. Fingere l'orgasmo per far felice il compagno è un'arte? Le donne ne sono maestre? Gli uomini non ne sono capaci? E' l'ora di verificare...
Ispirate da short-video di matrice hard griffati Moana Pozzi, Cicciolina, Eva Henger, Rocco Siffredi, Milly D'Abbracio e Selen, coppie di pseudo-goduriosi si stanno dando battaglia a suon di gridolini, sesso parlato e mugolii di piacere, stando attente ad andare in sincrono con gli espliciti frame in onda sul maxi-schermo. Il Porno Karaoke nasce a Berlino, rimbalza a Londra ed approda in Italia in modo clamoroso. Con tanto di Campionato Nazionale, voluto da Roberto Piccinelli e risvolto sociologico, tutto da studiare. Del resto, è una vita che Roberto Piccinelli, "sociologo del piacere" ed autore dell'annuale Guida al Piacere e al Divertimento, giunta alla XV edizione, sforna nuove tendenze, svelando modi e mode. Dopo le prime due edizioni, organizzate nel 2009 (a Desenzano) e nel 2010 (a Milano) e dopo il titolo del 2011, non assegnato causa concorrenza sleale del Bunga Bunga di Arcore, ecco il 3° Campionato Italiano, che sceglie Firenze e la discoteca Manduca per spiccare definitivamente il volo. Grazie ad un cambio di data che, per la prima volta, porta il Campionato all'aperto e grazie alla scelta di una perfetta colonna sonora, Disperato Erotico Stomp 2012 (Lucio Dalla vs Daniele Tignino & DKS). Rielaborato in versione dance, il brano del cantautore bolognese viene presentato ufficialmente proprio in questa occasione. Come se tutto ciò non bastasse, a giudicare le performance dei concorrenti sarà una giuria tecnica formata dalle splendide ragazze della Sexy Disco Excelsior (San Donnino-FI). Precisazioni doverose, per far comprendere il contesto, di matrice sexy, ma aperto ad atmosfere scherzose, provocatorie ed anche dance. Ideali per stemperare la difficoltà della prova: non penserete mica che sia facile fare finta di andare in estasi lussuriosa senza aver nulla fra le mani, salvo un microfono, vero? Provateci e se vi sentite in grado, iscrivetevi. Tutti possono partecipare, perché l'iscrizione è gratuita, ma sarà prevista una selezione preventiva, per evitare dilettanti allo sbaraglio. Perché anche la finzione orgasmica può regalare privilegi ed essere arte. Buon «mmmhhh...» a tutti!