Che idea intelligente il «Don Matteo» 2.0

I primi segnali della Rai che ha in mente Antonio Campo Dall'Orto si cominciano a vedere. Alla buon'ora. Prendere confidenza con la tecnologia ma in maniera divertente: è questo l'obiettivo di Complimenti per la connessione, uno spin off di Don Matteo che andrà in onda dall'11 luglio per venti brevi puntate da sei minuti ciascuna in onda subito dopo il Tg1 (coproduzione Rai Fiction e Lux Vide con la regia di Valerio Bergesio). In pratica un Maestro Manzi 2.0: pazienza e simpatia per insegnare a usare il web. Utilizzando una delle fiction più popolari. Ed ecco il capitano Giulio Tommasi (Simone Montedoro) della celebre serie che, nella caserma dei carabinieri di Spoleto, cerca di far capire al maresciallo Nino Cecchini (Nino Frassica) e al sagrestano di Don Matteo, Pippo (Francesco Scali), come usare internet. Vi potete immaginare le spassose gag. Ogni puntata parte da una storiella divertente per spiegare la tecnologia, qualcosa di incredibilmente astratto, con oggetti concreti: i gomitoli di lana srotolati diventano i fili della rete web, un coltellino svizzero multifunzione diventa metafora dello smartphone e un piccione viaggiatore illustra con semplicità la posta elettronica. Operazione necessaria visto che - come spiega Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction - il 37% degli italiani pari a oltre 22 milioni di persone non ha dimestichezza con il mondo digitale. Insomma, un'idea intelligente, e in questo momento in cui la Rai è sotto il fuoco di fila delle critiche, una piccola dimostrazione delle idee ancora sulla carta che si dovrebbero vedere da settembre.