Che voce Gregory Porter

La voce baritonale di Gregory Porter, intrisa di gospel, si sta affermando anche in Italia dopo il concerto all'Umbria Jazz con l'orchestra di Wynton Marsalis, di due recenti set con il suo gruppo al club Blue Note di Milano per il festival MiTo, e soprattutto di questo disco assai pregevole da ricordare per i premi d'autunno. Esperti improvvisati attribuiscono a Porter vari progenitori, mentre l'unico evidente, da lui confermato, è Nat King Cole.