Chi è

Quarantun anni, romana ma cresciuta a Cagliari, Valeria Marini è considerata uno dei sex symbol italiani degli anni Novanta e Duemila. La «Valeriona nazionale», attrice, showgirl e ormai anche stilista, è alta un metro e 78, il suo peso forma si aggira sui 68 chili e le sue misure dichiarate sono 98-69-98. E ha conquistato i primi successi in virtù delle sue caratteristiche fisiche e della sua aria da svampita, che nel 1993 indussero Pier Francesco Pingitore a imporla in sostituzione di Pamela Prati al varietà tv del Bagaglino «Saluti e baci». Da allora la Marini ha spaziato dall’intrattenimento («Serate mondiali», «Rose rosse», Festival di Sanremo, «Miconsenta»... ) alla fiction («Sorellina e il principe del sogno», «Pepe Carvalho»...) al teatro («Nata ieri», «All’Angelo azzurro»... ) alla pubblicità (con le campagne della Ip, della 3 e per Puntoshop) ai reality («Isola dei famosi») al cinema («Abbronzatissimi 2», «In questo mondo di ladri», «Incontri proibiti»... ). E ha anche doppiato il personaggio dei Simpson che negli Stati Uniti ha la voce di Michelle Pfeiffer, è stata la prima italiana a essere fotografata da Helmut Newton per il calendario che con tre milioni di copie ha battuto tutti i record e ha sfilato da creatura felliniana alla parata delle Olimpiadi di Torino. E adesso il docu-reality sulla sua vita quotidiana in quattro puntate che va in onda da stasera FoxLife.
Le si riconosce una sola relazione ufficiale, quella molto tormentata con il produttore Vittorio Cecchi Gori al quale è rimasta legata da una profonda amicizia.

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli