Chiatti e Scamarcio si sposano sul set del nuovo film in Puglia

Sono protagonisti di Io che amo solo te, la versione cinematografica del libro di Luca Bianchini, diretta da Marco Ponti

Dopo due film insieme agli esordi della carriera, due bellissimi del cinema italiano, tornano a lavorare fianco a fianco. Laura Chiatti e Riccardo Scamarcio si sposano, ma solo sul set. Sono protagonisti di Io che amo solo te, la versione cinematografica del libro di Luca Bianchini, diretta da Marco Ponti.

In questi giorni, in Puglia, a Polignano a Mare, stanno andando avanti le riprese del film. Una pellicola che racconta l'universo del pre-matrimonio, le 48 ore prima delle nozze dei protagonisti. "Siamo contenti di ritrovarci in una commedia, che lascia più liberi", dicono Scamarcio e Chiatti al Corriere della sera. Laura interpreta una ragazza "easy, intelligente", mentre Riccardo è un bonaccione-cialtrone del Sud, figlio di un ricco commerciante di patate. "Una specie di vitellone, fino al momento di sposarsi. È insicuro, fa qualche casino. Non voglio scomodare nessuno, ma ricorda Mastroianni in Divorzio all'italiana. C' è un' aria di Germi, Risi, Pietrangeli, Scola". E la Chiatti parla del suo personaggio: "Finalmente non è un ruolo da fatalona, sarà che dopo la maternità e il bimbo di quattro mesi, mi vedono diversa. Mi divido tra un ciak e una poppata. Con mio marito, l'attore Marco Bocci, facciamo i turni con il lavoro. Io l'ho vissuta l' ansia delle nozze. Mi sono sposata a 31 anni, stavamo insieme da tre mesi."