Christian De Sica: "Pulire le strade di Roma come fa Gassmann è una stronzata"

L'attore critica il sindaco Marino: "Marino mi piace poco gli do un cinque come voto"

“Comincio il 28 settembre a condurre Striscia, ma ho un po' paura, non avendolo mai fatto”. A dirlo è Christian De Sica, che oggi al programma di Radio2 'Un Giorno da Pecora', condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, ha parlato della sua prossima conduzione del programma di Antonio Ricci. Perché ha paura? “Perché devo leggere, mi danno il testo un'ora prima...vediamo un po'. Speriamo bene”. Ci dica – hanno chiesto i conduttori - perché ha lasciato 'Tale e Quale Show' per Striscia? “Perché farò un musical con Alessandro Siani, il Principe Abusivo. E quindi dovendo provare a Napoli, non sarei potuto venire a Roma a fare le prove. Per questo ho dovuto rinunciare. Invece hanno detto che lo avrei fatto per i soldi...” E non è così? “No, anzi a Striscia mi danno molto meno”, ha spiegato De Sica a Radio2. L'attore ha anche aggiunto di esser appena tornato da Santo Domingo, dove stava girando il film di Natale.

"Faceva un caldo tremendo, praticamente era come stare dentro una serra". Poi De Sica ha parlato del sindaco di Roma: "Marino mi piace poco - ha detto netto - gli do un cinque come voto. E poi io sono un canaro, ho un canile e amo i cani, mentre ho saputo che lui è un vivisezionista per cui già questa cosa non me lo rende molto simpatico". Inoltre commentando l’iniziativa di Alessandro Gassmann di prendere la ramazza e pulire le strade di Roma ha detto: "Ma che stupidaggine è, per provocazione va bene, ma le strade le pulissero loro, visto le tasse che paghiamo".