Dal cinema alla tv: le star della rivoluzione sul piccolo schermo

Dal cinema alla tv: ecco alcuni dei professionisti navigati che sono passati negli ultimi anni e non solo dal grande al piccolo schermo

Kevin Spacey, Jessica Lange, "Game of Thrones" sono alcune delle parole chiave per comprendere la vera e propria rivoluzione silenziosa che sta portando sempre più attori dal cinema alle serie tv di qualità. Le emittenti televisive investono in maniera crescente in produzioni che inevitabilmente fidelizzano il pubblico e provocano un fenomeno insolito: i protagonisti di queste serie non sono più esordienti, soprattutto giovani, ma professionisti collaudati.

Sono passati i tempi in cui attori come Bruce Willis, Woody Harrelson, Michael J. Fox e James Franco facevano prima la gavetta in un telefilm. Accade ora il contrario, quasi come se la gavetta avvenisse sul grande schermo, non più sul piccolo.

E Kevin Spacey in "House of Cards", Jonathan Pryce in "Game of Thrones", Jessica Lange in "American Horror Story" sono appunto solo alcuni degli esempi di questo fenomeno. Nel quale troviamo alcuni attori del film "American Pie", come Jennifer Coolidge, comprimaria in "2 Broke Girls", Jason Biggs, personaggio ricorrente in "Orange Is the New Black" e Natasha Lyonne, carattere di spicco nello stesso telefilm.

Ci sono da annoverare ancora Kathy Bates, personaggio principale nelle ultime tre stagioni di "American Horror Story" e Wes Bentley, protagonista dell'ultima serie tv; non mancano poi Vera Farmiga che finalmente dà un volto vivo alla madre di Psycho in "Bates Motel"; Elisabeth Moss, che, dopo essere stata la sfigurata compagna di casa di cura di Angelina Jolie in "Ragazze interrotte", è stata la protagonista femminile indiscussa di "Mad Men".

E anche i cosiddetti ex attori bambini non fanno differenza: sono partiti da "La fabbrica di cioccolato" Freddie Highmore e AnnaSophia Robb, protagonisti rispettivamente di "Bates Motel" e "The Carrie Diaries", prequel di "Sex & the City". In primo piano nelle ultime settimane in Italia anche Abigail Breslin, che dopo il premio Oscar per "Little Miss Sunshine" è interprete di spicco in "Scream Queens", attualmente in onda su Fox.

Il fenomeno si può dire iniziato con David Lynch che volle fortemente Kyle McLachlan come protagonista dapprima dei suoi film "Dune" e "Velluto blu" per poi fargli impersonare l'agente Dale Cooper ne "I segreti di Twin Peaks". Oggi McLachlan vanta molti personaggi ricorrenti in differenti serie tv da allora, come "Sex and the city", "Desperate Housewives" e "How I Met Your Mother". E l'osmosi da cinema a tv sembra destinata a non esaurirsi tanto a breve.