Il concept di Mara

Mara Redeghieri ritorna con un disco quindici anni dopo gli Ustmamò. Ed è un concept album. I testi sono centrali e raccolgono posizioni aspramente anticapitaliste (riassumibili in STrump e in Augh supportata da un video di cattivo gusto, specialmente ai tempi dell'Isis, nel quale un pupazzo simil Trump viene trafitto dalle frecce) e poetiche riflessioni sulle radici che ciascuno di noi deve conservare. Nella casa, ad esempio, dedicata al luogo costruito dai nonni contadini e carbonai nel quale Mara Redeghieri vive da 25 anni oppure Madre Dea dove la nostra vera casa è la Terra. Un disco sofisticato che mal combina l' istinto «combat» con la contemplazione profonda e universale. Però musicalmente una prova d'autore.