Condannata per aver schiaffeggiato la figlia al concerto dei One Direction

Durante il concerto allo Stadio di Wembley la ragazza ha iniziato a dare in escandescenze a tal punto da perdere il controllo di se stessa. L'intervento energico è costato caro alla madre

Aggressione ai danni della figlia. Una donna di 37 anni è stata condannata per aver preso a schiaffi la figlia che, durante un concerto dei One Direction, stava dando in escandescenze a tal punto da aver perso il controllo di se stessa.

Lo scorso giugno la donna aveva accompagnato la figlia al concerto dei One Direction allo Stadio di Wembley. Insieme a loro erano presenti un'amica della ragazza e la madre di questa. Sarebbero state, però, altre persone, anche loro presenti al concerto, ad avvisare la sicurezza accusando la donna di comportarsi "in modo inopportuno e rude" nei confronti della figlia. Durante il concerto la donna ha ammesso di essere stata costretta a schiaffeggiare la figlia per calmarla. A suo dire, le due ragazzine erano diventate "ansiose e irrequiete". "Non sono una madre cattiva e lei non è una ragazza cattiva - si è giustificata davanti ai giudici - era arrabbiata perché l'ho messa in imbarazzo davanti alla sua amica".

La donna è stata condannata a 150 ore lavori sociali e 18 mesi di supervisione. Secondo il giudice, la donna avrebbe bevuto prima di andare al concerto: "Sua figlia era eccitata ma anche lei era stressata e ha cercato di aiutarsi bevendo dell'alcol, perdendo così il controllo. Il danno è relativamente piccolo ma nessuno è a conoscenza dell'impatto psicologico che potrebbe avere. La ragazza, infatti, è nel mezzo di un'età in cui è molto vulnerabile".

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 06/04/2015 - 14:30

Si sono talmente geniali questi inglesi che in GB ci sono casi di bambini che uccidono grazie all'assenza di un buon scappellotto al momento giusto. Dal 'fair play' al 'fair kill'. Idiots!