Le confessioni di Carlo: "Con Diana vivevo una tragedia greca"

Nelle lettere inviate a Nancy Reagan, il principe Carlo confessava che il matrimonio con Diana era come vivere una tragedia greca e cercava conforto

Tante lettere per chiedere consigli e conforto in momenti difficili, quelle mandate dal principe Carlo all'ex first lady statunitense Nancy Reagan, affidate adesso, alla morte della donna, alla Ronald Reagan Presidential Foundation e alla Biblioteca di Simi Valley, in California.

Carlo scrive con una penna stilografica nera, segno di un contenuto informale e personale. Come riporta Huffington Post, il principe avrebbe fatto nel testo datato 21 giugno 1992 una confessione inaspettata alla signora Reagan. "Nessuno può davvero capirlo finché non lo vive sulla propria pelle. Un giorno ti racconterò tutta la storia. È una sorta di tragedia greca", scrive riferendosi alla fine del suo matrimonio con Diana.

Proprio in quei giorni, infatti, era stato pubblicato un libro che raccontava dettagli intimi del suo matrimonio con Lady D e la loro storia d'amore, ormai finita, era sulla bocca di tutti.

Nelle lettere però, Carlo raccontava anche la paura di poter perdere la madre, la regina Elisabetta: "Ho temuto un suo addio definitivo, La sua assenza lascerebbe un enorme vuoto nella mia vita".

Commenti
Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 07/06/2017 - 15:47

Lo sanno tutti che Diana era solo un'arrampicatrice sociale. Sposo carlo non perchè le piacesse o ne fosse innamorata ma solo per poter diventare REGINA. L'amore lo trovò nelle guardie addette alla sua persona. La cattiveria e l'ignoranza vennero a galla quando cercò di dare un fratello mussulmano al futuro re d' inghilterra suo figlio. Molice Linyi Shandong China