Contest di cinema "Il futuro di Milano": proclamati i vincitori

"Tutti gli altri colori", "Jacqueline" e "Milan sign of change" si sono aggiudicati la prima fase del contest filmico "Il Futuro di Milano"

Si conclude la prima fase del contest filmico “Il Futuro di Milano” realizzato da Fondazione Ente dello Spettacolo per Giardini d'Inverno, un progetto promosso da China Investment S.r.l. È stato chiesto ai giovani a raccontare i cambiamenti della metropoli milanese: immaginare come vogliono la città di Milano tra 20 anni, valorizzando i luoghi in cui la trasformazione è più evidente. Ed è stato chiesto di farlo nel modo più congeniale ai ragazzi, attraverso un video (della durata compresa tra i 30 e i 90 secondi).

Milano è un luogo che ha futuro, in cui vale la pena esserci, un luogo in mano ai giovani. Nei video si sono dovute mettere in evidenza: innovazione, cambiamento architettonico, sociale e urbano; rispetto per la tradizione e per il passato; solidarietà. Il tutto rappresentato con tono realistico, emozionale e futuristico.

Tra i numerosi cortometraggi, raccolti tramite la piattaforma Zooppa, ne sono stati selezionati 19 e tra questi i tre vincitori.

In giuria l’attrice e regista Maria Grazia Cucinotta, presidente; Mimmo Calopresti, regista e sceneggiatore; il sociologo Aldo Bonomi; mons. Davide Milani presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo; Marina Sanna caporedattore di Cinematografo e Francesca Cassani responsabile comunicazione di Giardini d’Inverno.

I tre premiati:

Tutti gli altri colori diretto da Riccardo Petrillo e scritto da Susanna Rizzi
Jacqueline realizzato da Fulvio Testaverde, Andrea Angaroni e Francesco Gori
Milan. Sign of change di Richard Duckett

Mimmo Calopresti commenta così l’intera iniziativa: "Nei video c’è il tentativo di pensare al futuro con semplicità e di capire quali saranno i cambiamenti. Milano è già il futuro. Colori, segni, il lavoro di immagini che caratterizzano tutti questi lavori identificano il futuro come la voglia di qualcosa di molto etico, che si vuole difendere – prosegue Calopresti –. Vince un’idea semplice, l’idea di una Milano multiculturale. Il futuro viene visto come una battaglia in cui confrontarsi, una difesa etica di qualcosa che non si riesce a controllare".

"Abbiamo dato la parola ai giovani che hanno risposto con grande entusiasmo presentando una serie di lavori di altissima qualità – spiega Maurizio Del Tenno, Direttore Generale di China Investment, società di sviluppo immobiliare impegnata nella realizzazione dei Giardini d’Inverno -. Con Il Futuro di Milano abbiamo chiesto un racconto di Milano che fosse fuori dagli schemi e che guardasse al futuro. I video ci dicono molto di che cosa è Milano oggi, e il cambiamento architettonico è senza dubbio uno dei primi aspetti che i videomaker hanno voluto evidenziare".

Ai vincitori va un premio in denaro di 3000, 2000 e 1000 euro e saranno invitati a Venezia a presentare il loro lavoro nello spazio di Fondazione Ente dello Spettacolo, nel corso di un evento collaterale nei giorni della 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. In questa occasione sarà anche presentato il corto collettivo montato dagli studenti della Scuola Civica di Cinema Luchino Visconti.