Così le violenze comuniste lanciarono il Fascismo verso il potere

In edicola con il Giornale (a 9,90 euro oltre al prezzo del quotidiano) il secondo volume della Storia del fascismo del giornalista Giorgio Pisanò

Arriva da oggi in edicola con il Giornale (a 9,90 euro oltre al prezzo del quotidiano) il secondo volume della Storia del fascismo del giornalista Giorgio Pisanò (1924-1997).

Qui Pisanò racconta alcuni momenti fondamentali del passaggio dal fascismo movimento al fascismo come partito unico ormai fuso con le strutture dello Stato (una fusione sempre imperfetta, visto il perdurare della monarchia). Pisanò racconta nel dettaglio il periodo 1921-1922 mettendo in luce alcuni dei passaggi più critici della presa del potere da parte di Mussolini.

Nell'agosto del 1921 il leader fascista aveva voluto un patto di pacificazione con i socialisti e questo scatenò le tensioni con i fascisti più intransigenti come Dino Grandi. Ne nacque una crisi profonda del movimento per uscire dalla quale, paradossalmente, risultarono salvifiche le violenze del neonato partito comunista. Furono esse ad aumentare le simpatie verso il movimento e a consentire a Mussolini di riprendere il controllo degli «arrabbiati» nel novembre del '21. Si passò così dal movimento al partito.

Commenti

cecco61

Sab, 08/07/2017 - 11:58

Le dittature quasi sempre nascono come conseguenza di violenze diffuse e impunite. Non deve quindi stupire la simpatia popolare che ottien l'Uomo Forte, Berlusconi prima e Renzi oggi nonché la nostalgia per il Duce. Non conta il colore politico ma soprattutto la certezza della giustizia uguale per tutti. Le sinistre mondiali stanno invece fomentando odio, intolleranza e tensioni sociali per ottenere più potere e soldi, ancorché il tutto sia condito da belle parole e nobili sentimenti.

Ernestinho

Sab, 08/07/2017 - 12:13

Fascismo e Comunismo. Sono state due tragedie!

Popi46

Sab, 08/07/2017 - 16:49

La prossima tragedia sarà sotto il segno di Orwell

Ernestinho

Sab, 08/07/2017 - 17:53

Il Fascismo viene quasi presentato come scusante al Comunismo. Due utopie che hanno ucciso il Mondo intero!

bozzolik

Sab, 08/07/2017 - 18:56

il fascismo salvò l'italia dai comunisti e per questo merita riconoscenza

Ernestinho

Dom, 09/07/2017 - 10:43

X "bozolik" Il fascismo ha portato l'Italia alla Guerra con milioni di morti. Pertanto non merita riconoscenza ma solo biasimo, così come il comunismo. Tra parentesi non sono né comunista né fascista. Sono democratico!