Dakota Fanning è la nuova signora Gray

Dakota Fanning è la protagonista di "Effie Gray", film che esce oggi negli Stati Uniti

Dakota Fanning è l'anti Dakota Johnson al cinema. Perché ora è lei la nuova signora Gray.

I fan di "50 Sfumature" stiano però tranquilli: "Effie Gray", la pellicola che sta sbarcando oggi sugli schermi degli Stati Uniti, è praticamente un punto di vista sul sesso ben distante da "50 Sfumature di Grigio". Per cui anche se i parallelismi sono d'obbligo, come riporta Philly, siamo al rovesciamento di una trama. E la storia del film è tratta da una vicenda reale.

"Effie Gray", con la sexy Dakota Fanning, già star nella saga di "Twilight", è un film che racconta del matrimonio del critico britannico John Ruskin. Pare che Ruskin abbia infatti preso in moglie una vergine di 19 anni e, anziché farle perdere la verginità con una serie di giochi sadomaso, come avviene in "50 Sfumature", non abbia invece fatto sesso con lei. Infatti, in "Effie Gray", si mostra come Ruskin, dopo aver visto nuda la moglie, si sia rifiutato di consumare il matrimonio.

E così, Effie Gray è frustrata dalla mancanza di sesso con il marito, che lascia quasi intendere che la donna abbia qualcosa che non vada come accade ne "La moglie del soldato" - film in cui in realtà la moglie del soldato è un uomo. Nella storia del film, Effie va a Venezia, dove uno chaperon la porta in giro, chiedendole di manovrare «il suo palo da gondoliere». In altre parole, "Effie Gray" appare come un modo per parlare di sesso senza farlo.