Dalle mutande sporche ai clienti troppo insistenti: ecco cosa devono sopportare le commesse di Victoria's Secret

Le modelle di Victoria's Secret incantano tutti con i loro fisici perfetti, ma quello che succede nei negozi della catena è davvero incredibile. Ecco alcuni racconti delle commesse

Gli angeli di Victoria's Secret incantano sempre tutti, ma ci sono storie che il pubblico non vorrebbe mai sentire, come quelle di chi lavora in quei negozi.

Sul sito Imgur sono state pubblicati alcuni resoconti delle giornate delle commesse di Victoria's Secret e i racconti sono terribili. Ogni giorno, prima di chiudere il negozio, le commesse devono piegare tutte le mutandine nei cassetti e regolarmente trovano fluidi corporei, nonostante chiedano alle clienti di indossarle sopra le mutandine che già portano.

Una cliente ha riportato indietro tre reggiseni, dicendo che non erano della sua taglia. Ha creato un sacco di problemi e alla fine le commesse si sono accorte che nelle coppe c’erano grandi macchie: la donna aveva allattato e le aveva sporcate. C’è poi il sessantenne che spende migliaia di dollari al mese in lingerie, ogni settimana per una ragazza diversa, o quello che sceglie l’intimo più scandaloso e chiede alle commesse di indossarlo così lui può scegliere meglio, o la cliente che arriva con figli scalmanati che toccano tutto con le mani unte di pollo fritto.

"E’ all’ordine del giorno - si legge - che le clienti di mezza età passeggino per il negozio in lingerie, senza curarsi degli altri. Una volta una 85enne si è provata il reggiseno, ma non nel camerino, al centro del negozio. Un’altra volta i commessi hanno visto nel portafogli della cliente bustine di meth e di cocaina. Ma c'è anche chi si sforza ad entrare dentro tagli minuscole sformando i capi ".