45 anni dopo i Pink Floyd, David Gilmour tornerà a suonare a Pompei

A luglio il concerto all'anfiteatro romano. Pochi giorni dopo due appuntamenti con Elton John

È passato quasi mezzo secolo da quando i Pink Floyd suonarono a Pompei, in un concerto passato alla storia. Quarantacinque anni dopo David Gilmour, entrato nella band per prendere il post di Syd Barrett, tornerà nell'anfiteatro romano, per due concerti che sono stati annunciati oggi.

Il 12 luglio a Pompei ci sarà Elton John. Ma prima (il 7 e l'8) i due live di Gilmour, che qui non metteva piede da quell'epica occasione del 1972, che finì immortalata nel documentario Pink Floyd: live at Pompeii. Come allora, anche oggi i due live saranno immortalati dalle telecamere.

L'annuncio delle due date è arrivato dal ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, con un tweet dal suo profilo ufficiale. Dopo vent'anni di assenza dalle scene musciali, Gilmour era tornato nel 2014, con il disco The endless river, a cui aveva fatto seguito un mini-tour che aveva toccato anche l'Italia, passando da Firenze e dall'Arena di Verona.

Commenti

demin

Mer, 16/03/2016 - 17:08

это просто Waau

Ritratto di caster

caster

Mer, 16/03/2016 - 22:21

Non mi sembra una bella idea,live Pompei è un mito da non scalfire con un labile e vetusto remake.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 17/03/2016 - 08:48

Non ho capito; suoneranno negli scavi di Pompei? Quanto pagheranno per l'affitto e che danni provocheranno con gli amplificatori al massimo. Franceschini, sei sicuro di quello che fai? Dove sono gli ambientalisti, il FAO, legambiente & C?