De Piante Editore, gli inediti fatti per i veri bibliofili

Marco Lomonaco

«Pochi libri per pochi». È la missione, chiara e semplice, della casa editrice De Piante, la quale - oltre alla sua serie storica dedicata a scritti, inediti o rari, di grandi scrittori del '900 (lettere di Montale, un racconto di Piero Chiara, un pamphlet di Emilio Villa...) - ha varato una nuova collana per racconti inediti di grandi scrittori contemporanei. Dopo aver pubblicato, nel dicembre scorso, Gesù mutilato di Aurelio Picca, ecco una delle migliori promesse dell'odierna letteratura italiana: la giovanissima Francesca Manfredi che esce col racconto «intimista» Ora di cena che scava nel ricordo e nel sogno con stupefacente maturità stilistica. A ottobre, poi, un altro titolo della collana: lo firmerà Davide Brullo. Per quanto riguarda invece la serie principale della De Piante per l'autunno è in programma l'uscita di alcune lettere inedite di Leonardo Sciascia (con copertina firmata da Ferdinando Scianna...). Dietro a De Piante - solo per lettori dal palato fine - ci sono un'imprenditrice coraggiosa, Cristina Toffolo De Piante, e due noti giornalisti. La «linea» è semplice: qualità altissima nella selezione dei testi e estrema cura nei dettagli. Il loro sito è www.depianteditore.it