Devendra non sbaglia

Nel favoloso mondo di Devendra Banhart si entra solo in punta di piedi. Può piacere o no, questo texano-venezuelano trapiantato a Los Angeles, però rimane comunque una cometa scintillante e unica della musica pop. Anche questo complicato Ape in Pink Marble lo conferma. Sono tredici brani onirici anche quando sono più intensi e tempestosi. Però attenzione, Devendra Banhart è uno che riesce a entusiasmare anche soltanto suonando la chitarra acustica perché, anche in Ape in Pink Marble, i suoi brani sono racconti assai emotivi ed emozionanti come Theme for a taiwanese woman in lime green o Saturday night, che sono due perle di questo disco. Per carità, non sarà un successo mainstream. Ma merita. Molto.