Dieci anni di polemiche, denunce e rinvii, l'idea più tormentata della televisione

Il primo annuncio nel 2008. Poi tanti cambi di produttori. E di canali

Adrian è probabilmente uno dei progetti televisivi con la gestazione più complicata di sempre. L'idea di «trasformarsi» in un cartone animato era venuta a Celentano già nel 2005 e l'anno successivo era stata annunciata la pubblicazione di un cartoon nel periodo natalizio, al quale era previsto lavorassero anche Vincenzo Cerami e Paolo Conte. Ma poi non se ne fece nulla. A dire il vero, Celentano in forma animata si era già visto nel 1998 nel video del brano Che t'aggià dì cantato con Mina.

Ma solo più di dieci anni dopo, nel 2008, il Clan Celentano e Sky si misero d'accordo per il progetto Adrian. Avrebbe dovuto andare in onda nel 2011 con 26 episodi girati in 3D. Da questo punto in avanti un calvario di annunci, smentite e rinvii, oltre a questioni legali e infuocati comunicati stampa in un garbuglio nel quale leggende e verità si mescolano senza spesso poterli distinguere. Imponente il cast scelto per realizzare un'idea di per sé imponente: il grande Milo Manara per i disegni, Nicola Piovani per le musiche e Vincenzo Cerami per coordinare i testi. Coproduttore la società Cometa Film.

Nel 2010 però il Clan fa causa alla Cometa e chiede un anno di proroga «per la complessità e innovatività del progetto». Nuovo produttore: stavolta è Mondo Tv, che però nel 2012 risolve il contratto, con successiva sfida legale. Si prova a cercare un produttore in Corea ma niente.

Dunque nel 2012 il Clan chiede a Sky una ulteriore proroga al 2014 oppure lo sdoppiamento della serie con 13 episodi nel 2013 e altrettanti nel 2014. A quel punto, Sky reagisce duramente chiedendo la risoluzione del contratto: «Anche l'ammirazione per quello che Celentano ha significato per la cultura popolare del nostro Paese non può giustificare oltre tre anni di ritardo».

Dura la replica, con successiva minaccia di ricorrere ancora a vie legali: «Dopo anni di duro lavoro alla nostra serie animata Adrian, Sky Italia ha improvvisamente richiesto la risoluzione del contratto». Punto e basta.

Quando Mediaset organizzò le due splendide serate all'Arena di Verona con il titolo Rock Economy, iniziò i confronti con il Clan anche per Adrian. E nel 2015 Pier Silvio Berlusconi annunciò l'arrivo del cartoon nella primavera del 2016 su Canale 5. Però Celentano e Mina iniziarono a lavorare a un nuovo disco insieme e il progetto animato slittò ancora. Prima al febbraio 2017. E poi senza data prefissata. Nel luglio scorso è stata finalmente definita: gennaio 2019. Da molti giorni i promo televisivi sono in onda e anche questi, almeno a giudicare dai social, hanno creato qualche polemica.

Ora quindi siamo arrivati al traguardo di un percorso ultradecennale che è ancora avvolto dal mistero. Nel favoloso mondo di Celentano è difficile fare previsioni.