Dieci miti del rock-pop in piazza a Vigevano

Dal 13 giugno al 24 luglio terza edizione di «10 giorni suonati», evento non solo musicale, ma anche letterario e gastronomico. Si comincia con i mitici Lynyrd Skynyrd, poi Incubus, Garbage, Ben Harper, Lenny Kravitz e altri big. Con una «chicca»: in mostra memorabilia da oltre 30 anni di concerti

Non chiamateli semplicemente «concerti». Perché la terza edizione del festival musical-letterario-gastronomico «10 Giorni suonati» di Vigevano è ormai l'appuntamento multisensoriale dell'estate lombarda. Si parte il 13 giugno e si chiude il 24 luglio, per quasi un mese e mezzo la spettacolare piazza Ducale e l'adiacente Castello accoglie visitatori, appassionati di musica, divoratori di libri e cultori del gusto.

L'accento resta comunque sul programma musicale, un'autentica top ten del rock-pop internazionale si alternerà sul palco dei «10 Giorni suonati». Mercoledì il debutto con i mitici Lynyrd Skynyrd, band emblema del southern rock americano capitanati dal superstite Johnny Van Zant. Sweet Home Alabama è ormai un inno, certo, ma sarà l'occasione per ascoltare dal vivo anticipazioni dal nuovo album in uscita a fine agosto Last of a dying breed. Gruppo spalla (si fa per dire) i Molly Hatchet, altri «veterani» dell'era Seventies made in Jackcsonville, Florida.

Il 26 giugno, dopo la tappa dello scorso autunno al Forum di Assago, tornano gli Incubus di Brendon Boyd, icone del «nu metal» ma capaci di cambiar pelle ad ogni album. Portano sul palco l'ultimo If not now, when? del 2011 ma soprattutto i pezzi che l'hanno resa una band planetaria, da Wish you where here a Love hurts fino a Drive. Il 10 luglio sarà la volta dei Wolfmother, descritti dalla critica come moderni eredi del sound alla Led Zeppelin (ascoltate i singoli Far away e New moon rising e capirete come mai...). Ventiquattrore dopo, e siamo all'11 luglio, tocca ai Garbage, di nuovo sulle scene con il lavoro Not your kind of people a sette anni di distanza dall'ultimo disco. Shirley Manson e soci promettono scintille nella loro «seconda giovinezza» dal vivo: staremo a vedere.

Il 12 luglio in piazza ci sarà Paul Weller a suonare il nuovo progetto Sonic kicks, il 18 e 19 Ben Harper e Lenny Kravitz compongono una uno-due niente male per gli amanti del black rock in tutte le sue sfumature. Occhio però: con Lenny Kravitz è particolarmente attesa l'esibizione di Trombone Shorty and Orleans Avenue. Roba da intenditori.

Il 22 luglio tutti ad ammirare le dita formidabili del trio elettrico G3, sarebbe a dire Joe Satriani, Steve Vai e Steve Morse, con i Deep Purple dal '94 (data unica Italia). Il 23 si vira decisamente verso il pop con James Morrison, preceduto dai Maverick Sabre e dagli italinai Musicanti di Grema (vincitori di Edison change music contest). Gran finale il 24 luglio con Mika, e il suo show fatto di suoni e colori caleidoscopici.

Non solo concerti, si diceva. Perché in concomitanza con i dieci appuntamenti musicali, dalle 19,30 sono in calendario altrettanti incontri con l'autore in collaborazione con Feltrinelli. Intanto l'area ristoro (l'Isola del gusto) ospiterà cibi provenienti da presìdi Slow food, vini biologici e un'ampia scelta di birre artigianali. Altra novità dell'edizione 2012 è la «MemoraBarley»: dall'archivio dei promotori dell'evento, poste, locandine, pass, biglietti, e altre reliquie raccolti in oltre 8.000 concerti di artisti italiani e stranieri lungo gli ultimi 33 anni. La mostra è a ingresso gratuito, allestita nelle Scuderie del Castello di Vigevano, sarà inaugurata mercoledì 13 con i Lynyrd Skynird e rimarrà aperta tutti i sabati e domenica fino al 24 luglio durante la durata del festival.

Infine una dritta per chi vuole godersi la manifestazione senza mettersi alla guida: in collaborazione con Trenord, in occasione di alcuni dei concerti in programma (Incubus, Garbage, Lenny Kravitz, Mika), sarà attivo un servizio di treni speciali, che al termine delle serate collegheranno la Stazione di Vigevano a quella di Porta Genova a Milano, con partenza all'1 di notte. Per tutti i dettagli e info sui biglietti visitare il sito www.diecigiornisuonati.it.