Il dramma di Flavio Insinna: "Vi dico perché sono caduto in depressione"

Nella puntata de Le invasioni barbariche Flavio Insinna ha cercato di spiegare quello che è il suo segreto: il conduttore ha anche parlato di alcuni momenti difficili della sua vita

Nella puntata de Le invasioni barbariche Flavio Insinna ha cercato di spiegare quello che è il suo segreto, la sua voglia di fare e di dare agli altri. Tra una chiacchiera e l’altra però il conduttore ha anche parlato di alcuni momenti difficili della sua vita. Flavio ride e scherza sempre in particolare quando legge le letterine in cui i bambini gli chiedono perchè non si è sposato ma la sua vita non è stata sempre tutta rosa e fiori. Per questo ora cerca di godersela il più possibile anche grazie all’affetto delle persone che lo seguono con amore.

“Sono stato depresso, mio padre mi ha fatto curare e un po’ ne sono uscito e un po’ no. C’è chi dice che se hai il graffio nell’anima o fai lo psicanalista o fai l’attore. Io oggi mi voglio sicuramente più bene e ho imparato a sorridere sempre anche senza un motivo vero per essere felice” queste le parole di Flavio Insinna che racconta a Daria Bignardi uno dei suoi periodi no. Un altro momento difficile nella vita di Flavio, la morte di suo padre. Ecco le sue parole: “Dopo la morte di mio padre mi sono fermato. Non per elaborare il lutto, non era a quello che mi serviva il tempo che mi sono preso. Era per farmi passare la rabbia.”