Tra due generazioni

L'editore del cd scrive: «Prendete Antonio Onorato, chitarrista fra i più affermati del panorama nazionale, aggiungete il mitico Franco Cerri, unite una ritmica solida e affiatata (Simone Serafini contrabbasso e Luca Colussi batteria), mettete in sequenza otto brani del migliore repertorio jazz e otterrete tutto quello che si può pretendere da un vero cd jazz: tradizione, modernità, piacevolezza». Sembrerebbe che non ci fosse niente altro da aggiungere, ma non è così. Due mesi fa, alla fine del periodo delle vacanze estive, alcuni quotidiani titolavano; «ritorno al rumore; al traffico delle città, alla gente che nei bar non parla ma urla». Ecco: da Onorato e Cerri si parla sommessi e raffinati.