E adesso Angela viaggia alla scoperta della grande bellezza (targata Unesco)

La nuova trasmissione "Meraviglie" racconta il meglio del Paese

Partirà domani, alle 21.20 su Rai1, il nuovo programma di Alberto Angela, il re dell'intrattenimento colto della televisione generalista italiana. Ideale proseguimento dei successi dello show danzante di Bolle e dei concerti di Capodanno di Venezia e Vienna, esempi di tv di qualità.

Il nuovo programma si intitola Meraviglie - La penisola dei tesori e sarà, sostanzialmente, un viaggio tra opere e luoghi, che testimoniano la creatività e l'ingegno dei nostri antenati. La prima puntata, ad esempio, prenderà le mosse dall'opera di un genio simbolo della creatività nazionale: il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Alberto Angela ne illustrerà la storia e l'importanza, mentre Philippe Leroy, indimenticato interprete del Leonardo televisivo, ricorderà l'emozione provata nel rivestire i panni del pittore. Dalla Milano di Leonardo si andrà poi nel cuore della Toscana, a Siena, una intera città riconosciuta come patrimonio dell'umanità. Da Piazza del Campo al Palazzo Pubblico, dal Duomo all' Archivio storico. Una senese doc, Gianna Nannini, farà rivivere il carattere e le passioni che animano la città e i suoi abitanti. La puntata si chiuderà in Sicilia, nella antichissima «Valle dei templi» di Agrigento, da sempre meta dei viaggiatori, a partire dall'epoca del settecentesco Grand Tour, alla ricerca dell'arte e della cultura della Magna Grecia. Tra le rovine dei numerosi templi e Il Tempio della Concordia, ancora oggi intatto e maestoso, si ripercorrerà la storia di una civiltà antica di 2500 anni alla quale deve tanto la nostra cultura. Andrea Camilleri con i suoi ricordi da adolescente mostrerà di quanta storia, anche recente, è stata testimone questa valle.

Questo schema tornerà per tutta la durata di Meraviglie che sarà articolata in quattro puntate che racconteranno dodici siti Unesco italiani, tre per puntata: uno al nord, uno al centro e uno al sud.

Il tutto grazie anche a un grande investimento in tecnologia. Come per precedenti eventi di Alberto Angela su Rai1, è stata infatti utilizzata la tecnologia 4K HDR (spettacolari riprese con droni, effetti speciali, minifiction). La trasmissione verrà messa in onda anche sul canale Rai 4K (canale 210 della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat) in cui sarà possibile apprezzare al meglio la qualità del girato in ultra HD. E se da un lato c'è lo sforzo tecnico della Rai dall'altro c'è l'Italia che è davvero la penisola dei tesori. Ospita infatti ben 53 siti riconosciuti dall'Unesco come patrimonio dell'umanità, nessun'altra nazione, nemmeno l'enorme Cina ne ha così tanti, si ferma a 52.

Commenti

smiley1081

Mer, 03/01/2018 - 08:52

Ricordiamoci che la Rai i programmi li compra solo, dato che la Premiata Ditta Angela fornisce prodotti completi.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 03/01/2018 - 09:28

Che il nostro Paese, una cacca di topo sul mappamondo, se confrontato agli altri, sia il più GRANDE al mondo nel campo delle arti (TUTTE) è ovviamente scontato. Ma ricordiamo che siamo TRA I PIU' GRANDI al mondo anche per cultura, storia, scienza, diritto, industria, ricerca, financo nello sport... Ma con tutto ciò, dobbiamo sopportare - in casa nostra! - il ditino alzato di personaggi che provengono da paesi che a malapena, nella loro storia, hanno prodotto una vite o un pesce essiccato! Nigeriani, senegalesi, congolesi, bengalesi, marocchini, ecc... La vogliamo smettere con lo sport nazionale di denigrarci e sopportare questi figuri che sputano nel piatto dove mangiano? Un grande e degno Papa ebbe a dire "FUORI I BARBARI"!! Ricordiamocelo e prendiamo insegnamento!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 03/01/2018 - 09:35

smiley1081: e allora ? la rai non produce nulla di suo; anzi no, produce debiti e solo debiti, tutto quello che va in onda viene da fuori. io non ci trovo nulla di strano se gli angela producono programmi e poi li vendono alla rai ,visto che vendono e hanno venduto pacchetti(o forse "pacchi") chiave in mano , fazio, e addirittura la famiglia tulliani ,con la produzione degli angela almeno siamo sicuri di guardare programmi belli e colti; o preferisce i programmi prodotti da fazio come "che tempo che fa" ?

Trinky

Mer, 03/01/2018 - 09:57

E meno male che la ditta Angela si produce i programmi altrimenti ci avremmo visto dentro i soliti raccomandati del PD......!!! Quattro puntate, quattro volte in cui sarebbe apparso Renzi!